ITALIA AL VOTO. ECCO LA DICHIARAZIONE PER UN #VOTOSICURO CHE PUOI RILASCIARE AL SEGGIO

Le votazioni sono in corso e molte persone, specialmente le categorie più fragili, potrebbero decidere di astenersi per la paura dei contagi ai seggi. Dopo le diserzioni massicce dei presidenti di seggio, il rischio di astensioni legato alle preoccupazioni per il virus è molto alto.

Milioni di Italiani invece andranno a votare, ma anche tra loro molti come noi pensano che si sarebbero dovute adottare misure più adeguate affinché tutti i cittadini potessero esercitare il loro diritto di voto in sicurezza. Sarebbe bastato per esempio imitare le stesse misure adottate per le elezioni in Corea del Sud.

Per tutti coloro che pur decidendo di andare a votare vogliono mandare su questo punto un chiaro segnale alle istituzioni, suggeriamo una piccola azione a supporto del ricorso avviato da Democrazia Radicale, che mira proprio a ottenere pro futuro un diritto al voto per posta o elettronico (tramite spid), per tutti i cittadini o almeno per le categorie più a rischio e i fuorisede.

Ecco cosa puoi fare per far sentire la tua voce e contribuire alla campagna #iovotosicuro.

Stampa due copie firmate della seguente dichiarazione, e chiedi che venga allegata al verbale del tuo seggio.

Fatti rilasciare dal seggio una copia, firmata e timbrata dal presidente, oppure fai una foto alla copia che lui timbrerà.

Ecco un esempio di dichiarazione

“Voto perchè ritengo l’esercizio di questo diritto fondamentale per la vita democratica, sebbene non siano state predisposte tutte le misure di sicurezza che la scienza e l’esperienza internazionale rendevano necessarie a limitare i rischi di contagio da Covid. Nel votare denuncio il fatto che queste elezioni sono falsate dall’astensione forzata di molti elettori, in particolare quelli fragili, che saranno costretti a non votare per l’assenza di adeguate misure contro il rischio di contagio Covid”

A quel punto scrivici su info@democraziaradicale.it, per segnalarci il numero del tuo seggio, in modo che potremo poi avere copia del verbale e, insieme agli altri, fare ricorso gratuitamente alla Corte di Strasburgo.

Ricorda che il diritto di lasciare dichiarazioni a verbale è riconosciuto: se il presidente del tuo seggio non lo conosce, basta che gli dici di prendere il punto 17.7 delle istruzioni per le operazioni degli uffici di sezione per i referendum popolari (febbraio 2020).

Vista l’emergenza sanitaria, raccomandiamo comunque di desistere dal rilascio della dichiarazione nel caso in cui la fila al seggio sia particolarmente affollatta, rendendo poco opportuno un rallentamento delle operazioni elettorali.

In tal caso, contattaci comunque via mail per segnalarci il tuo sostegno all’iniziativa, troveremo modo per dargli valore.

Grazie!
Il team di Democrazia Radicale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *